La Famiglia delle famiglie

La Quaresima per tornare da Lui

Il Mercoledì delle Ceneri apre il tempo forte della Quaresima: durante le celebrazioni delle ore 8.00, 17.00 – per i ragazzi del catechismo – e 20.30 si imporranno le sante Ceneri per iniziare un tempo di penitenza e di conversione a cui tutti siamo chiamati. La Madre Chiesa ci invita a pratiche diverse quali: la Via Crucis, la confessione, la meditazione della Parola di Dio, l’astinenza, la rinuncia alle cose superflue, al fine di avviarci incontro a Cristo morto e risorto, nostra Pasqua, con il cuore rinnovato e l’animo puro. In questo giorno vige, per chi può, l’astinenza e digiuno. 

La Quaresima è un tempo di conversione molto importante, ci chiama a “convergere”, cioè rivolgerci a Lui, a Gesù che ha dato la sua vita amando ognuno di noi, personalmente e unicamente. 

Domenica, 05 marzo, alle 10 inizieremo insieme il Ritiro parrocchiale quaresimale. Ogni partecipante è chiamato a portare qualcosa da mangiare per condividere il pranzo tutti insieme. Le bibite verranno offerte dalla parrocchia. Il ritiro terminerà alle 16.30. Nel pomeriggio la meditazione sarà tenuta da un relatore esterno che abbiamo invitato. Anche questo è un momento molto importante per ognuno di noi e per la vita comunitaria, e per questo vi invitiamo caldamente alla partecipazione! Insieme è più bello!

IMPORTANTE

Astinenza e digiuno: le differenze

L’astinenza «proibisce l’uso delle carni, non però l’uso delle uova, dei latticini e di qualsiasi condimento anche di grasso di animale» (Paolo VI, Cost. apost. Paenitemini, 17 febbraio 1966).

Il digiuno «obbliga a fare un unico pasto durante la giornata, ma non proibisce di prendere un po’ di cibo al mattino e alla sera» (ivi).

Quando

Secondo le attuali prescrizioni della Chiesa, il digiuno e l’astinenza devono essere osservati dai fedeli il Mercoledì delle Ceneri (o il primo venerdì di Quaresima per il rito ambrosiano) e il Venerdì Santo, mentre la sola astinenza è prevista per tutti i venerdì di Quaresima, come del resto per tutti i venerdì dell’anno, salvo quelli coincidenti con una solennità.

Chi deve osservare digiuno e astinenza

Sono tenuti ad osservare il digiuno tutti i maggiorenni fino al 60esimo anno d’età, e a praticare l’astinenza tutti coloro che abbiano compiuto i 14 anni, in tutti i casi fatte salve particolari situazioni personali e di salute.