La Famiglia delle famiglie

Ristrutturazione della parrocchia

Di seguito pubblichiamo una lettera del Parroco sui lavori di ristrutturazione della parrocchia

Carissimi,

nei primi giorni di luglio ho condiviso con voi la bella, e per certi versi sorprendente,( perché arrivata dopo quattro anni di attesa) notizia che da parte del Vicariato della Diocesi di Roma sono stati devoluti alla nostra Parrocchia, a fondo perduto ben 30 mila euro, da investire nei lavori di messa in sicurezza della Chiesa (sostituzione del quadro elettrico, dei cavi di alimentazione, dei corpi luminosi e delle prese della corrente) e della tinteggiatura interna di essa.

La somma preventivata per il completamento dei lavori da parte della ditta che ha vinto l’appalto è ammontata a 39.950,00 euro, con 10.000,00 euro di differenza tra il preventivo e la quota donataci dal Vicariato che è stata a carico completo della parrocchia.

I lavori sono stati tempestivi, c’è stato bisogno infatti di agire in fretta perché durante l’anno pastorale (da settembre a giugno) avere la Chiesa in disuso è una cosa impensabile, che avrebbe comportato disagi notevoli alle attività e a tutta la nostra Comunità.

Di conseguenza l’11 luglio sono cominciati i lavori.

Come ben sapete, anche per vostra esperienza, quando prendono inizio questo genere di lavori le sorprese sono dietro l’angolo. Così è stato (ahimè) anche in questo caso!

Si è rivelato necessario sostituire anche tutto l’impianto di riscaldamento, perché in un punto della Chiesa, c’era una grossa perdita e i tubi d’acqua erano molto corrosi in diverse zone.

Morale: abbiamo dovuto sostenere una spesa aggiuntiva per rifare l’impianto di riscaldamento di 8.250,00 euro.

Successivamente abbiamo dovuto affidare i lavori di pulizie generali ad una ditta, per un ammontare di circa 1.000,00 euro. Tra i costi è rientrato anche lo smaltimento dei rifiuti e, alla fine, sono stato costretto a chiedere un mutuo di 8.000,00 euro. Possiamo dire che è proprio il minimo indispensabile.

Adesso ho bisogno del vostro aiuto per restituire il debito. La soluzione la scorgo e provo a esprimerla: dall’esperienza di 5 anni tra di voi mi sono reso conto che la vostra generosità non è mai venuta meno. Durante l’anno siamo stati accolti da circa 850 famiglie per le benedizioni. Penso che, se ognuna di voi famiglie volesse e potesse devolvere anche 10,00 euro, entro la fine dell’anno, i debiti sarebbero estinti.

Che ne dite? Volete farlo?

Se qualcuno volesse, può anche fare una donazione specifica tramite bonifico bancario

(Codice IBAN: IT 66 Q 0832703212000000007492)

oppure potrebbe fare un’offerta in segreteria, sia a me personalmente sia alle persone incaricate a registrare la vostra quota, affinché tutto sia trasparante, tracciato e specifico per questa causa.

Dopo le vicissitudini estive, finalmente domenica 11 settembre la nostra Chiesa parrocchiale di SS. Ottavio e CC.MM., è stata riaperta al culto. I lavori sono stati ultimati al 95% e restano da fare dei ritocchi finali.

Vi invito perciò a vederla e a condividere con noi sacerdoti la gioia di quanto si è potuto fare in termini di messa in sicurezza e di abbellimento e igiene. 

Comunque mi rivolgo a voi e al vostro amore per la casa del Signore nel vostro quartiere di Ottavia, che ha già 66 anni compiuti, e sono convinto che oggi voi, come in passato hanno già fatto i vostri familiari, farete il possibile affinché la bellezza esterna ci aiuti a contemplare sempre meglio lo splendore della gloria di Dio.

Per la vostra generosità, vi ricompensi il Signore.

Grazie.

Il Vostro Parroco – P. Rafał Gądek”